Prose scelte

Portada
E. Sonzogno, 1880 - 352 páginas
 

Comentarios de la gente - Escribir un comentario

No encontramos ningún comentario en los lugares habituales.

Páginas seleccionadas

Otras ediciones - Ver todas

Términos y frases comunes

Pasajes populares

Página 257 - Quando si parte l' anima feroce Dal corpo ond' ella stessa s' è disvelta, Minos la manda alla settima foce. Cade in la selva e non l' è parte scelta, Ma là dove fortuna la balestra, Quivi germoglia come gran di spelta ; Surge in vermena ed in pianta silvestra ; L' arpie pascendo poi delle sue foglie, Fanno dolore ed al dolor finestra. Come l' altre verrem per nostre spoglie , Ma non però ch' alcuna sen rivesta ; Che non è giusto aver ciò ch
Página 199 - Con ciò sia cosa che a fine di poter di qualunque cosa scrivere, che ad animo gli veniva, quantunque poco acconcia e malagevole a caper nel verso, egli molto spesso ora le latine voci, ora le straniere, che non sono state dalla Toscana ricevute, ora le vecchie del tutto e tralasciate, ora le non usate e rozze, ora le immonde e brutte, ora le durissime usando...
Página 175 - Giuliano, quando volle far comperazione degli scabbiosi, meglio avrebbe fatto ad aver del tutto quelle comperazioni taciute, che a scriverle nella maniera che egli fece : E non vidi giamai menare stregghia a ragazzo aspettato da signorso; e poco appresso: E si traevan giù l'unghie la scabbia, come coltel di scardova le scaglie...
Página 161 - ... scrittori noi, come io dissi, non abbiamo. Là dove la toscana e nel parlare è vaga e nelle scritture si legge ordinatissima, con ciò sia cosa che ella, da molti suoi scrittori di tempo in tempo indirizzata, è ora in guisa e regolata e gentile, che oggimai poco desiderare si può più oltra, massimamente veggendosi quello, che non è meno che altro da desiderare che vi sia, e ciò è che a lei copia e ampiezza non mancano.
Página 242 - II meglio è eh' io mi mora amando e taccia: Chè poria questa il Ren, qualor più agghiaccia, Arder con gli occhi e rompre ogni aspro scoglio ; Ed ha sì egual alle bellezze orgoglio, Che di piacer altrui par che le spiaccia. Nulla posso levar io per mio 'ngegno Del bel diamante ond...
Página 142 - E perciò che gli uomini in questa parte massimamente sono dagli altri animali differenti, che essi parlano, quale più bella cosa può alcun uomo avere, che in quella parte per la quale gli uomini agli altri animali grandemente soprastanno, esso agli altri uomini essere soprastante, e spezialmcnte di quella maniera che più perfetta si vede che è e più gentile? Per la qual cosa ho pensato di poter giovare agli studiosi di questa lingua, i quali sento oggimai essere senza numero, d'un ragionamento...
Página 89 - Oltre acciò quella parte del candidissimo petto riguardando e lodando, che alla vista è palese, l'altra che sta ricoperta loda molto più ancora maggiormente, con acuto sguardo mirandola e giudicandola : mercé del vestimento cortese, il quale non toglie perciò sempre a' riguardanti la vaghezza de...
Página 170 - Boccaccio, e questi medesimo da se stesso; con ciò sia cosa che tra molte composizioni sue tanto ciascuna fu migliore, quanto ella nacque dalla fanciullezza di lui più lontana. Il qual Boccaccio, come che in verso altresì molte cose componesse, nondimeno assai apertamente si conosce che .egli solamente nacque alle prose.
Página 109 - De' quali tuttavia non mi cale. Perciò che se essi non niegano che alle donne l'animo altresì come agli uomini sia dato, non so io perché più ad esse che a noi si disdica il cercare che cosa egli sia, che si debba per lui fuggire, che seguitare; e sono queste tra le meno aperte quistioni, e quelle per aventura, d'intorno alle quali, sì come a perni, tutte le scienze si volgono, segni e berzagli d'ogni nostra opera e pensamento. Che se esse tuttavolta a quegli uffici, che diranno que...
Página 174 - Tuttafiata generalissima e universale regola è in ciascuna di queste maniere e stili, le più pure, le più monde, le più chiare sempre le più belle e più grate voci scegliere e recare alle nostre composizioni che si possa.

Información bibliográfica